La Storia della Centrale del Latte di Brescia - dal 1962 al 1993

Dal 1962 al 1993

triangolo contenitore latte a piramide

 

1962: il Triangolo
Viene introdotto il nuovo reparto di confezionamento basato su contenitori a perdere in cartone accoppiato della Tetra-Pak che sostituiscono le iniziali bottiglie di vetro e si affermano tra i bresciani con il nome di «triangolo».

 
primo impianto UHT in italia

 

1963: il primo impianto U.H.T
La Centrale del Latte mette in produzione anche il latte a lunga conservazione (uperizzato ed omogeneizzato) dotandosi del primo impianto UHT in Italia

 
latte in tetra-brik

 

1971: il primo Tetra-Brik
La Centrale decide di mutare nuovamente il proprio packaging passando al Tetra-Brik (parallelepipedo) più facile da imballare e immagazzinare e di maggiore impatto visivo.

 
latte in tetra-rex

 

1984: il "Cartoccio" del latte
Al Tetra-Brik viene affiancata un'ulteriore confezione a forma di parallelepipedo: il Tetra-Rex. Fino al 2001 è stato il contenitore simbolo della Centrale poiché destinato al latte fresco pastorizzato.

 
yogurt gelato centrale del latte brescia

 

1993: nasce YO GELE’
La Centrale produce (unica sul territorio nazionale) e commercializza in tutta Italia un semilavorato per gelati "soft" a base di yogurt, chiamato "YÓ gelé" (marchio registrato).

 
storia centrale latte brescia dal 1929 storia centrale latte brescia dal 1962 storia centrale latte brescia dal 1994